top of page

dom 15 ott

|

Oratorio di San Tiburzio

Miss Lala al Circo Fernando

Marigia Maggipinto ci invita ad entrare nella sua vita. Lo fa attraverso alcuni ricordi, in forma di materiali e reperti, disposti su un tavolino, che il pubblico è chiamato a scegliere, di volta in volta

Miss Lala al Circo Fernando
Miss Lala al Circo Fernando

Dove e quando

15 ott 2023, 19:00 – 20:00

Oratorio di San Tiburzio, Borgo Palmia 6

Biglietti

Biglietto intero €7, ridotto studenti e under18 €5

Per le repliche delle ore 19 e 21 i biglietti sono in vendita online al sito www.i-Ticket.it o presso la libreria Mondadori di Piazza Ghiaia. Per la replica straordinaria delle ore 18 è possibile prenotare unicamente via mail a insolitofestival@gmail.com

Chiara Frigo / Marigia Maggipinto

MISS LALA AL CIRCO FERNANDO

Nell'ambito di E'Bal palcoscenici per la danza contemporanea

Dai 6 anni e per tutti

Miss Lala al Circo Fernando / In a room​ | ​site-specific ​è un'esperienza intima, una composizione artistica in tempo reale, una narrazione orale, animata da un corpo che parla e danza allo stesso tempo. Come agli albori del Circo, gli spettatori si avventurano in uno spazio intimo per vedere da vicino “il diverso”, “il fenomeno”.  Lo chapiteau di Miss Lala è una dimora calda, accogliente, in cui gli ospiti sono seduti attorno a un tavolo imbandito di foto e di scritti: un archivio dal quale le persone del pubblico possono attingere. Frammenti, memorie, aneddoti e altre suggestioni. In base alla scelta istintiva delle persone, la Maggipinto compone un racconto in tempo reale, in cui a tratti riemerge la sua danza. Non si tratta di commemorare, ma di rivivere ad ogni diversa sollecitazione quel bagaglio di esperienza artistica e umana. La presenza di Pina Bausch aleggia dunque lungo il racconto, innescando da lontano la sua danzatrice. Marigia si fa corpo e parola per assecondare le scelte degli spettatori, pronta a improvvisare di nuovo sulle corde sottili della memoria.

Chiara Frigo - regia e ideazione Coreografa e performer, sviluppa il proprio interesse artistico nell’ambito della danza e delle arti performative. Laureata in biologia molecolare, nel 2006 la sua prima creazione Corpo in Doppia Elica vince il terzo premio al Festival Choreographers Miniatures di Belgrado. Il solo Takeya vince il premio GD’A Veneto ed è selezionato in Anticorpi XL e nel network europeo Aerowaves. Dal 2009 è coinvolta in progetti internazionali di ricerca coreografica sostenuti da Operaestate Veneto, quali Choreoroam e Tryptic, che inaugura una lunga collaborazione con il centro Circuit Est di Montreal. Suite-Hope vince il bando Residences a La Caldera (ES) ed è scelto per rappresentare l'Italia al Fringe Festival di Edimburgo. Ha creato West End e Ballroom all'interno del progetto europeo Act Your Age e nel 2017 ha realizzato una coreografia per il Balletto di Roma, Stormy. Il solo Himalaya_drumming, inaugura un periodo di ricerca sui temi della spiritualità nell’arte. Attualmente impegnata nella nuova creazione Flight or Flight-Tre sorelle in fiamme, e Miss Lala al Circo Fernando con Marigia Maggipinto.

Marigia Maggipinto - in scena Inizia la sua carriera professionale con il balletto nella compagnia della Fondazione Niccolò Piccinni (J. De Min/Roberto Fascilla). Studia alla Folkwang Hochschule di Essen (diretto da Pina Bausch). Danza con Pina Bausch in 14 differenti coreografe e partecipa alle nuove creazione della coreografa tedesca di: Tanzabend II (’92), Schiff (’93), Trauerspiel(’94), Danzon (’95) and Fensterputzer (’97). Lascia la compagnia nel 1999 ma ritorna come ospite successivamente partecipando ai festival del Tanzteather (2000, 2001, 2002). Negli Stati Uniti collabora con la compagnia Mutation Theater Projet e insegna nella facoltà dell”American Dance Festival alla Duke University (2003, 2004, 2005). Lavora con Emilia Romagna Teatro (ERT) alla creazione dello spettacolo diretto da Pippo Delbono, “Dopo la Battaglia”, vincitore del premio UBU 2011. Collabora con la Fondazione “Pina Bausch” conducendo workshop nell’ambito delle mostre dedicate alla grande artista al Bundeskunsthalle di Bonn e al Gropius Bau di Berlino (2015-2016) e al museo madre di Napoli (2019/2020). Conduce Workshop all’international Festival for contemporary dance al centro “Fabrik” di Potsdam, Berlino (Maggio 2017).

Riccardo de Torrebruna - drammaturgia È nato a Roma. Ha lavorato come attore in Italia e all’estero prima di dedicarsi alla regia e alla scrittura come romanziere, drammaturgo e sceneggiatore. Nel 2000 ha pubblicato il romanzo Tocco magico tango, Minimum Fax. Nel 2003, Storie di ordinario amore, Fandango Libri. Nel 2007 Hahnemann, sonata in cinque movimenti, E/O. È tra gli autori del Dizionario Affettivo della lingua italiana, Fandango Libri. Il suo testo Zoo Paradiso, andato in scena all’Actors Studio di New York, ha vinto il Premio E. Maria Salerno. Ha vinto il premio Oltreparola con la pièce Gay panic. Nel 2013 firma la sceneggiatura del film Tre Tocchi, di Marco Risi. Nel 2014 Pubblica il romanzo Blood & Breakfast con Ensemble. Nel 2017 pubblica Mardjan e nel 2018 Crollo di Atlante con Ensemble Edizioni. Collabora con Chiara Frigo come drammaturgo per numerose produzioni (West End, Ballroom, Stormy, Fight or Flight).

in scena Marigia Maggipinto, storica interprete del Tanztheater di Wuppertal / ideazione e regia Chiara Frigo / drammaturgia Riccardo de Torrebruna / musica Laura Masotto / cura del progetto Nicoletta Scrivo / produzione Associazione Culturale ZEBRA / con il sostegno di CSC Centro per la Scena Contemporanea Bassano del Grappa, Teatro di Dioniso, Anghiari Dance Hub / Il progetto è realizzato con il contributo di ResiDance XL - luoghi e progetti di residenza per creazioni coreografiche azione della Rete Anticorpi XL - Network Giovane Danza D'autore coordinata da L'arboreto - Teatro Dimora di Mondaino

Condividi questo evento

bottom of page