top of page

gio 06 ott

|

Parma

Un volto, una storia

Roberto Abbiati ci mostra Joyce, Kafka, Italo Svevo, Freud e tanti altri come non li avevamo mai visti. Opere terminate, ma anche di schizzi su “fogli di brutta”, nati da un'ispirazione talmente potente da costringere l’artista ad accontentarsi del primo foglio.

Un volto, una storia
Un volto, una storia

Dove e quando

06 ott 2022, 09:30 – 04 nov 2022, 15:30

Parma, Str. Nino Bixio, 50, 43125 Parma PR, Italia

Info

ARTETIPI

Strada Nino Bixio 50/A

Un volto, una storia

opere di Roberto Abbiati

Inaugurazione giovedì 6 ottobre ore 17:30

Visitabile da giovedì 6 ottobre a venerdì 4 novembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 15.30, mercoledì fino alle ore 17.00 

Ingresso libero

Nell'ambito di Insolito Festival, a cura dell' Associazione Micro Macro, Atelier i Cachi sede dell’Associazione ARTETIPI ospita l’esposizione Un volto, una storia, una serie di ritratti di Roberto Abbiati, artista di fama internazionale di recente presente al Festival con lo spettacolo Circo Kafka.

Roberto Abbiati è un artista profondamente eclettico e unico in ogni genere: si diploma all'Istituto d'Arte a Monza; è attore al Teatro La Scala per la regia di Peter Ustinov, ha esperienze poi con Bolek Polivka, Claudio Morganti, Roberto Latini e Massimiliano Civica. Collabora come creativo per illustrazioni, copertine e progetti grafici con le Case Editrici Adelphi, Keller editore, Ronzani. Appassionato di tipografia, progetta e illustra libri tra cui "Moby Dick" di Melville, "A proposito di Dante" con i testi di Simone Marchesi, dantista, "20.000 leghe sotto i mari di Verne", "Robinson Crusoe" di Defoe, "Il bestiario di Caspar Henderson", "Libro degli animali a malapena immaginabili".

In questo allestimento unico per Parma, Abbiati ci mostra Joyce, Kafka, Italo Svevo, Freud e tanti altri come non li avevamo mai visti. Si tratta di opere terminate, ma anche di schizzi su “fogli di brutta”, come se la necessità di fissare un’ispirazione fosse talmente potente da costringere l’artista ad accontentarsi del primo foglio che gli capitava sotto mano. Il percorso propone i disegni suddivisi per formato e tipologia di supporto come un flusso di volti, storie, segni spezzati e colore senza soluzione di continuità.

ATELIER I CACHI è un’isola creativa nata nel 2017 come progetto dell’Associazione ARTETIPI per la libera espressione. E’ diventato una Scuola di alta formazione in arti visive dedicata alla sperimentazione e all’occupabilità in campo artistico e grafico di persone con fragilità e disturbi del neuro-sviluppo

Info:

associazioneartetipi@gmail.com

insolitofestival@gmail.com

Condividi questo evento

bottom of page